Erasmus, è un’esperienza che ti cambia la vita?

Erasmus, è un’esperienza che ti cambia la vita?

325
CONDIVIDI

Grazie al progetto Erasmus, ho avuto la possibilità di poter passare un mese e mezzo all’estero per fare uno stage, precisamente in Francia, a Parigi.

Ma partecipare al progetto Erasmus ti cambia davvero la vita? Assolutamente sì, perché ecco cosa mi ha insegnato:

  1. L’arte del cavarmela da sola. Nel bene e nel male, mi sono dovuta destreggiare in una città completamente sconosciuta. A partire dalla lingua, per finire con il modo di vivere. Ho dovuto fare da sola tutte le cose che prima qualcuno faceva per me. Dal fare la spesa al fare il bucato e stirare i panni. Mi sono ambientata e ho conosciuto la città da sola, chiedendo informazioni in francese. Ho organizzato le mie giornate dopo il lavoro, visitando posti nuovi e imparando ad usare la metro.
  2. Uscire dalle abitudini. In quanto  Parigi ha sicuramente una cultura e uno stile di vita diverso dal mio paesino di 500 persone in cui vivo, ho dovuto abbandonare la mie abitudini e adottare quelle francesi. Ho cambiato alimentazione, cercando di provare i piatti tipici e piatti particolari, mi sono adattata ad uno stile di vita più veloce e caotico tipico delle grandi città. questo credo mi permetterà di essere più flessibile anche con eventuali esperienze future.
  3. Essere intraprendente. Per essere partita, aver avuto il coraggio di lasciare tutto indietro per vivere un’esperienza solo ed esclusivamente mia. Questo mi aiuterà in futuro a non aver più paura di rischiare.
  4. Non essere condizionata. Mi ha insegnato a poter vivere le mie avventure ed esperienze senza essere condizionata dal parere di amici e genitori. Ciò mi ha permesso di vedere posti nuovi ed incontrare persone diverse che hanno arricchito la persona che sono.
  5. Mi ha permesso di fare esperienze nuove. Sia belle che brutte, ma che entrambe, nel complesso, contribuiranno a formare la persona che diventerò.
  6. Mi ha permesso di imparare una lingua. Mi ha permesso di imparare la lingua in un modo in cui non avrei mai potuto. Perché imparare vivendo con una famiglia, è totalmente differente che imparare stando seduta sui banchi di scuola. Oltre ad avermi permesso di imparare il francese meglio, ho avuto anche occasione di migliorare il mio inglese, grazie alla presenza di altre due ragazze americane, ospitate dalla famiglia francese presso la quale stavo anch’io.

FullSizeRender